Progetto di valorizzazione 2017-2027

Scarica il Depliant di presentazione del Castello di Canossa

Depliant Castello di Canossa e Museo Naborre Campanini

Associazione Culturale Matilde di Canossa

L’Associazione Culturale “Matilde di Canossa”, attiva già dal 2000, si costituisce ufficialmente nel 2008, con l’assenza di ogni finalità di lucro, per la promozione della cultura, delle tradizioni e la valorizzazione del territorio canossano per quanto riguarda gli aspetti storici, ambientali e etnici culturali. L’Associazione ha tra i suoi fini principali il coinvolgimento dei giovani del territorio nello svolgimento delle sue iniziative, nell’ottica di una valorizzazione delle professionalità locali, dell’imprenditoria giovanile e della valorizzazione del territorio anche come fonte di reddito per chi lo vive e lo tutela. Fin dai primi anni 2000 in particolari occasioni l’Associazione, in accordo con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesistici e con il Museo di Canossa, ha organizzato il servizio di visite guidate gratuite (Perdono di Gennaio, Settimana dei Beni Culturali, Rievocazione Storica Canossana ed altre) ed è stata inoltre organizzata la giornata della Donna 2008 a Canossa sul tema: “8 marzo con Matilde – Rappresentazione di abiti femminili da un Codice. Moda e costume dai secoli di Matilde al terzo Millennio”. Dal 2007 al 2015 l’Associazione ha gestito in convenzione con il Comune di Canossa la valorizzazione della torre di Rossenella, avamposto segnaletico del castello di Canossa. Dal 2006 sono stati realizzati corsi di approfondimento per IV e V classi di alcune scuole superiori reggiane che si occupano di turismo sul tema della storia matildica. Il lavoro di studio dell’A.S. 2008/2009 ha portato alla realizzazione di una Mostra dal titolo “Rossenella e i castelli di Matilde” che ha vinto il Primo Premio Nazionale del Fondo Ambiente Italiano (Fai) nel Concorso “II bello in piazza”. Dal marzo 2015, in convenzione con la Curia Vescovile della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla che ne è la proprietaria, si occupa della gestione e valorizzazione del Castello di Rossena.

Consulente scientifico progettuale

Istituto Italiano dei Castelli  – Sezione Emilia Romagna

L’istituto Italiano dei castelli è un’associazione culturale senza scopo di lucro (Onlus) che riunisce studiosi, proprietari ed appassionati di castelli, con la finalità di studiarli e preservarne tanto le strutture quanto la memoria. Fondata esattamente mezzo secolo fa ed estesa sull’intero territorio nazionale tramite sezioni regionali, l’IIdC ha sede a Roma, presso Castel Sant’Angelo, conta migliaia di iscritti e prestigiosi collegamenti a livello internazionale con associazioni consorelle di altri paesi. L’attività di ricerca costituisce il fulcro dell’esistenza dell’Istituto ed è demandata al suo Consiglio Scientifico Nazionale ed a vari gruppi di studio regionali: di essi hanno fatto parte nel tempo alcuni dei maggiori studiosi di castelli – architetti, storici, archeologi – che l’Italia abbia avuto, i quali hanno lasciato il vastissimo patrimonio di pubblicazioni sul quale tutt’ora si incardina la disciplina della “castellologia”. Tra le numerose iniziative, l’Istituto organizza tutti gli anni le “Giornate Nazionali dei Castelli“, con l’obbiettivo di avvicinare il pubblico a questo settore dell’architettura di enorme importanza per il nostro paese e di incrementarne la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione.

Di seguito, scaricabile, il progetto di valorizzazione  del Castello di Canossa

Progetto valorizzazione del Castello di Canossa Museo Nazionale Naborre Campanini_2017